Salta il contenuto

I Banchieri di Cosenza nel Rinascimento

€15,00 - €15,00
€15,00
€15,00
€4,19 - €15,00
€15,00
Disponibilità:
Disponibile in Print On Demand
Autore: Matteo Olivieri
Editore: Bartolina Editoria Digitale
Lingua: Italiano
Isbn: 9788894750911
Pubblicazione: 28/04/2023
Categorie: 
Sinossi:
Il libro affronta uno dei capitoli più affascinanti e misteriosi della storia di Cosenza, finora poco esplorato dagli studiosi locali: chi erano i personaggi che hanno contribuito alla fortuna economica di Cosenza durante il suo secolo d'oro? In particolare  è ricostruita l'epopea bancaria di Cosenza, che tra la fine del '400 e gli inizi del '600 divenne il principale centro finanziario a sud di Napoli. A dominare la scena furono inizialmente i banchieri ebrei e, dopo il decreto del 1510 che ordinava la loro espulsione dal Regno di Napoli, a subentrare negli affari furono famiglie oriunde provenienti da varie parti d’Italia ma stabilitesi a Cosenza, dove spesso si imparentarono con famiglie nobili locali, pur mantenendo solidi legami con le rispettive città d’origine. Non mancano però gli esempi di banchieri autoctoni.

La narrazione si articola attraverso sette storie, corrispondenti ad altrettante dinastie di banchieri presenti a Cosenza. Esse operarono in città soprattutto per sfruttare le possibilità offerte dal fiorente mercato della seta calabrese in concomitanza con la fiera della Maddalena, che si svolgeva ogni anno a partire dal 22 luglio. Intorno a questo evento ruotava l’economia cittadina e, in occasione di esso, affluivano in città mercanti e banchieri stranieri, ma anche un variegato popolo di agenti, procuratori e artigiani.

Il valore di questa pubblicazione, tuttavia, va ben al di là di questi aspetti prettamente storici. Gli argomenti trattati consentono infatti di replicare ad almeno due tesi che ancora oggi vengono insegnate nelle università di tutto il mondo. Una è la tesi di Max Weber, secondo cui il capitalismo si sarebbe radicato nei paesi protestanti anziché in quelli cattolici. A tal proposito, “I banchieri di Cosenza nel Rinascimento” mostra come, per tutto il XVI e XVII secolo, le grandi famiglie protagoniste del Rinascimento italiano a Roma, Firenze o Genova, erano le stesse che in tutta Europa ricoprivano incarichi politici o religiosi per conto di Re, Papi e Imperatori, eleggevano Papi, esprimevano governatori e condottieri militari, svolgevano incarichi diplomatici per conto di Re e Regine, o come banchieri di corte. 

La seconda tesi, invece, è quella di Carlo M. Cipolla, secondo cui i banchieri rinascimentali, pur avendo sviluppato tutti gli strumenti finanziari che ritroviamo anche oggi nelle economie moderne, mancavano ancora di quello “spirito capitalistico” che spinge il capitalista a privilegiare lo scambio di denaro contro altro denaro, anziché contro merci. Rispetto a tale tesi, il libro consente di affermare che i banchieri rinascimentali preferivano detenere quanto più a lungo possibile le lettere di cambio anziché il denaro contante, il quale poteva essere rubato o comunque in quel periodo storico era soggetto a frequenti contraffazioni e, quando erano costretti a far uso di denaro contante, preferivano investirlo in materie prime a scopo speculativo quale riserva di valore contro le svalutazioni monetarie. Dunque, la scelta di investire in merci non era il retaggio di schemi medievali bensì il frutto di una precisa esigenza volta ad accrescere incessantemente il capitale al fine di conservarlo in valore.

Il libro rappresenta anche un monito per chi ci governa: infatti, setacciando la storia della nostra terra si dimostra che l’unico periodo in cui la Calabria è riuscita a svilupparsi e diventare attrattore di risorse e di capitale umano da altre parti d’Italia, è stato quando si sono perseguiti modelli di sviluppo coerenti con le potenzialità dei luoghi, senza replicare modelli industriali nati altrove o privi di attinenza col territorio calabrese e dunque alieni al contesto socioculturale di riferimento.


Pagine 104
Formato [EU] Stampa colori - standard - 152x228 mm - Carta bianca - Copertina lucida
Peso 228 gr.
1. A chi è utile Totem?

Totem è un e-commerce B2B di libri cartacei in print on demand. Il negozio online offre a editori, autori indipendenti e librerie fisiche e online una soluzione veloce e conveniente per l’acquisto e la vendita delle edizioni cartacee.

Editori e autori indipendenti possono utilizzare Totem sia per effettuare ordini a prezzo di stampa, sia per rendere disponibili i titoli per la vendita diretta a lettori e librerie, senza ulteriori intermediari oltre a StreetLib.

Le librerie fisiche e online possono utilizzare Totem per ordinare copie dei libri disponibili sulla piattaforma, con uno sconto dedicato del 40% sul prezzo di copertina definito dall’editore o dall’autore, e senza ulteriori intermediari oltre a StreetLib.

2. Come registrarsi e fare un ordine (libreria) 

Le librerie possono creare un proprio account nello store Totem e procedere all’acquisto diretto delle opere disponibili in Print On Demand ottenendo uno sconto del 40% sul prezzo di copertina.

Per creare un account Libreria su Totem è sufficiente registrarsi a questo link. Riceverai conferma dell’attivazione del tuo account e potrai procedere ai tuoi ordini entro 48 ore. 

Leggi le Condizioni Generali e di Vendita per l’utilizzo di Totem (TOS).

3. Come vendere un libro su Totem 

Se sei un editore o un self-publisher e vuoi rendere disponibile la tua opera sull’e-commerce Totem, dovrai creare un account StreetLib e usare la piattaforma per pubblicare la tua opera in formato cartaceo. 

 Troverai Totem nell’elenco dei grossisti disponibili per la distribuzione del tuo libro cartaceo. 

I libri disponibili sul sito Totem possono essere acquistati da tutti gli utenti al prezzo di copertina fissato da te, oppure dalle librerie fisiche (alle quali viene applicato uno sconto del 40% sul prezzo di copertina).

Per procedere all’acquisto di un libro da Totem ottenendo lo sconto dedicato, la libreria dovrà registrarsi e creare un proprio account come spiegato in questo articolo.

4. Come posso procurare le copie del libro cartaceo alla mia libreria di fiducia? 

Una volta pubblicato il tuo libro e attivata la distribuzione tramite Totem, potrai fornire al tuo libraio di fiducia le istruzioni per creare il proprio account su Totem e procedere successivamente all’acquisto delle copie direttamente, senza ulteriori intermediari. La libreria acquisterà le copie con lo sconto dedicato del 40%, StreetLib stamperà e invierà le copie direttamente all’indirizzo fornito, tu riceverai le royalties per la vendita delle copie acquistate dalla libreria.

Nel caso tu abbia preso accordi diretti con una libreria per il conto vendita, invece, potrai ordinare le copie in autonomia dalla tua area personale al costo di stampa e spedirle direttamente alla libreria. In questo caso, StreetLib si occuperà solo della stampa e della spedizione, mentre tu potrai gestire autonomamente gli accordi con la libreria per la vendita dei tuoi libri.

5. I tempi di consegna 

Una volta inoltrato un ordine di acquisto di un libro tramite Totem, questo viene trasmesso direttamente alla tipografia che ne gestirà la stampa e la spedizione. 

La consegna viene generalmente completata entro 10 giorni lavorativi dalla data di creazione dell’ordine. 

Attenzione: le tempistiche vengono sempre rispettate, ma è sempre possibile che ci siano dei contrattempi durante la fase di stampa e/o di spedizione che non dipendono da StreetLib. Consigliamo, quindi, di ordinare le copie dei libri con largo anticipo rispetto ad eventuali date di presentazione.